Navigare Facile

La Storia di Castri di Lecce

Storia di Castri di Lecce

BenchŔ siano piuttosto scarse e poco precise le informazioni inerenti al passato meno recente di Castri di Lecce, possiamo confermare la presenza umana fin dall'epoca preistorica: avvalorano tale tesi i menhir eretti nel territorio all'epoca della nascita dei primi megaliti. Il suo nome deriva dalla parola latina "castrum" che allude a una fortezza, a una rocca.

Sul finire del dodicesimo secolo si registra una donazione alla Chiesa di Lecce del casale di Castri per volere del conte Tancredi d'Altavilla, figlio di Ruggero III di Puglia. Il secolo successivo venne invece diviso in due parti, quella di Castriguarino e di Castrifrancone.

Castriguarino pass˛ pi¨ tardi nelle mani di Agostino Guarino e nel Settecento ai Vernazza mentre Castrifrancone pass˛ ai Frantone nella seconda metÓ del quattordicesimo secolo; lo stesso feudo venne in seguito controllato da altre famiglie leccesi come i Mattei e i Grimaldi.

Il processo di sviluppo economico della zona cominci˛ nel corso del diciannovesimo secolo come conseguenza dell'unificazione dei suddetti casali; si aprý dunque un periodo di benessere per l'attuale Castri di Lecce che da allora inizi˛ a modernizzarsi.

Seguý infine la realizzazione di nuove strade per facilitare i collegamenti con i paesi vicini e di nuove costruzioni edilizie, dentro e fuori il centro storico. Ma vediamo ora i luoghi storici di Castri di Lecce, imperdibili per rivivere il passato del paese.

Dove